Collezione 2017

METTIAMOCI LA FACCIA

|TESTE DI MORO

Narra la leggenda che alla Kalsa, quartiere arabo di Palermo, vivesse una splendida fanciulla che trascorreva le sue giornate prendendosi cura dei fiori che coltivava sul suo giardino.
Un giorno, un giovane moro la notò mentre accudiva le sue piante e se ne invaghì perdutamente.
Dichiaratole subito il suo amore, la fanciulla, colpita da tanta audacia, ricambiò il sentimento.
Purtroppo il giovane era già sposato.
Quando la nostra Giuditta sicula venne a scoprire che il suo amato sarebbe ritornato dalla sua sposa in Oriente, attese la notte e gli tagliò la testa facendola diventare una “grasta”,
un vaso in cui piantò del basilico mettendolo in bella mostra fuori sul balcone.
La pianta, innaffiata con le sue lacrime, crebbe rigogliosa e gli abitanti del quartiere, per non essere da meno, si fecero fabbricare dei vasi di terracotta a foggia di “testa di moro”.

| SOLIMANO

E come tradizione impone, le nostre teste ritraggono uno splendido moro fiero, elegante, misterioso, come tante di quelle cose che rimandano all’Oriente. Un omaggio a quei popoli che gettarono le basi di quell’arte ceramica che i caltagironesi hanno perfezionato e reso unica. Non un moro qualunque, ma la rappresentazione di uno dei più grandi sultani d’Oriente: Solimano il Magnifico.

Il Solimano di CRITA, come quello reale ritratto in varie raffigurazioni, ha perso ogni orpello e decorazione per dare risalto unicamente alla bellezza del viso e alla lucentezza e potenza dei colori. Realizzato interamente a mano, la sua espressione è sapientemente modellata per esprimere distinzione, saggezza e arcano. I colori sono quelli potenti della terra di Sicilia:

il blu del mare, il rosso della lava, il giallo della terra.

Il processo creativo, che che va dalla modellazione fino alla cottura, fa sì che ogni pezzo non sarà mai esattamente identico al precedente, rendendolo di fatto unico. Come ogni opera d’arte è il frutto delle mani di chi la plasma e possiamo così dire che ogni Solimano di CRITA, possiede, come ognuno di noi, caratteristiche che lo rendono unico.